:: Pretesti ::

:: Appunti su tecnologie, società, comunicazione creativa :: home :: perche' pretesti :: archivio :: contattaci ::
[::..feed site..::]
atom
[::..categorie..::]
:: disservizi [>]
:: meditazione [>]
:: usability [>]
[::..link amici..::]
:: inform-arch [>]
:: trovabile [>]
:: idearium [>]
:: megachip [>]
:: indymedia [>]
:: ied com [>]
:: articolo 21 [>]
:: rekombinant [>]
:: blog mds [>]
:: resmini.net [>]
:: diodati.org [>]

:: 11.12.02 ::

NoWarTV: una TV contro la guerra, lo sfruttamento dei popoli e il monopolio dell'informazione

E' vissuta solo un giorno, come le rose. Ma ha lasciato in tutti coloro che hanno potuto vederla tantissima voglia di continuare.

10 dicembre, giornata internazionale dei diritti dell'uomo, 58º anniversario della proclamazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani da parte delle Nazioni Unite. Emergency, Tavola della Pace e Rete Lilliput organizzano in tutta Italia fiaccolate per dire no alla guerra. In 260 piazze molte migliaia di persone sfidano il freddo della sera invernale per portare la propria testimonianza contro l'orrore della guerra, la propria invocazione al rispetto dell'articolo 11 della nostra Costituzione.

Ed ecco la notizia: intorno a questa iniziativa si aggregano molte altre sigle per dire no alla guerra anche in un modo nuovo. E' NoWarTV. I promotori delle fiaccolate, con Indymedia, Megachip, Bobi ed altri inventano una diretta televisiva che dia un'adeguata copertura alla giornata contro la guerra, che arrivi in tutte le case insieme ad un sito Internet a supporto dell'iniziativa.

NoWarTV è un miracolo: in poco tempo, con un budget ridottissimo, mettendo insieme forze eterogenee si realizza quello che tutti speravano ma in cui nessuno osava credere. Si va in onda dalle 16 all'1.15 di notte sul satellite, e dalle 22 alle 24 anche su moltissime emittenti locali che ritrasmettono il segnale (incluse alcune TV di strada del circuito Telestreet). Il palinsesto include nella prima parte testimonianze dai luoghi di guerra, interviste, documentari sui conflitti nel mondo e momenti in studio dove, al centro di uno spazio ovale, spesso seduti per terra, senza un conduttore fisso, si alternano Giulietto Chiesa, Andrea Soldani, Luciana Castellina, Erri De Luca e tanti altri. Tra i tanti contributi proposti in video, anche l'intervento di Oscar Luigi Scalfaro sul rispetto della Costituzione.

La seconda parte è dedicata al collegamento con le piazze delle fiaccolate. Roma, dove il mimo di Candida TV raccoglie interviste tra la gente e Federica Morrone di Megachip intervista Michele Santoro; Termini Imerese, da dove Telefabbrica, la TV di strada appena chiusa dal Ministero delle Comunicazioni, invia le immagini dell'intervento di sabatini; Milano con Gino Strada, Jovanotti e Vittorio Agnoletto; Napoli, con le immagini di Telelibera; e poi Bologna, Bari, dove le troupe di NoWarTV, di TV di strada o emitttenti "amiche" inviano le proprie immagini.

Infine, nell'ultima parte della giornata inizia il collegamento via etere. Il cerchio di sedie dello studio si anima per l'arrivo scaglionato di tutti i grandi protagonisti delle piazze e tanti ospiti che hanno raccolto l'invito di NoWarTV a portare la propria testimonianza. L'elenco è lunghissimo, proviamo a citarne alcuni: il primo è Gino Strada in arrivo da Milano; poi c'è Alex Zanotelli rientrato da Napoli; e poi Marco Paolini, Vauro, Fiorella Mannoia, Francesca Reggiani, Simona Dandini, Neri Marcoré, Teresa De Sio, Andrea Purgatori, Carlo Lucarelli, Anna Meacci, Paolo Rossi, Stefano Benni. Si apre il collegamento con Primo Piano di Raitre e con RaiNews 24. C'e' spazio anche per i ritmi etnici con la Titubanda.

Alla fine della giornata l'entusiasmo e' tanto per questa testimonianza incredibile della possibilità concreta di un risveglio dalla narcosi dell'informazione.
Ma c'è anche grande amarezza per il quasi assoluto silenzio dei media su NoWarTV. Nella giornata del 10, oltre ai siti web di controinformazione e alle testate vicine al movimento, hanno citato l'iniziativa soltanto poche testate locali o online (La Nuova Sardegna, Il Messaggero online). E anche il giorno dopo i resoconti dell'esperienza sono praticamente assenti dai media nazionali.





:: sandra 12/11/2002 02:44:00 PM :: permalink
...

Pretesti 2002-2008. Tutti i testi di questo blog sono rilasciati sotto Creative Commons License
Registrazione Tribunale Civile di Roma n. 398 del 12/07/2002
This page is powered by Blogger. Isn't yours?