:: Pretesti ::

:: Appunti su tecnologie, società, comunicazione creativa :: home :: perche' pretesti :: archivio :: contattaci ::
[::..feed site..::]
atom
[::..categorie..::]
:: disservizi [>]
:: meditazione [>]
:: usability [>]
[::..link amici..::]
:: inform-arch [>]
:: trovabile [>]
:: idearium [>]
:: megachip [>]
:: indymedia [>]
:: ied com [>]
:: articolo 21 [>]
:: rekombinant [>]
:: blog mds [>]
:: resmini.net [>]
:: diodati.org [>]

:: 26.6.03 ::

Etica nella comunicazione: un convegno a Venezia

Era l'assemblea annuale di Megachip, ma il convegno tenutosi lo scorso sabato 21 giugno sulla splendida isoletta di San Servolo, ex sede manicomiale dirimpetto a Venezia, ha assunto un valore che va oltre la mera vita dell'associazione, grazie ad una vera e propria parata di "stelle" provenienti dal mondo dell'informazione. Presenti infatti accanto a Giulietto Chiesa e ad altri membri fondatori di Megachip, Oliviero Beha, il segretario del sindacato dei giornalisti Rai Roberto Natale, Roberto Morrione, Fausto Colombo, Mario Morcellini, Michele Sorice e molti altri tra professionisti e studiosi della comunicazione. Temi della giornata, la deontologia professionale nel giornalismo - se ancora se ne puo' parlare -, la spettacolarizzazione della notizia, l'etica dell'accesso ai media, la ritirata degli intellettuali e il rapporto tra giornalismo, verità (sempre più negletta) e Potere.
Una giornata di lavori ed interventi che ha portato i presenti a concludere sulla necessità di interventi formativi e di una battaglia non solo professionale ma decisamente politica per la democrazia nella comunicazione.

:: sandra 6/26/2003 10:05:00 PM :: permalink
...
:: 25.6.03 ::
Anche Famiglia Cristiana interviene sulla crisi della TV

Allegato a Famiglia Cristiana di domenica scorsa, 22 giugno, i lettori hanno trovato un libretto dal titolo "Mal di Tv - Come capirla, come difendersi". Non è certo la prima volta che il settimanale interviene sulla crisi della TV, ed in particolare del servizio pubblico radiotelevisivo. Già nel numero della settimana passata, in edicola il 15 giugno, nelle pagine di Famiglia Cristiana trovava ampio spazio un'inchiesta di Maurizio Turrioni sul crollo degli ascolti Rai, il parallelo avanzamento di Mediaset, e la caduta vertiginosa della qualità dei programmi di entrambe le aziende. Ora è la volta di un contributo più articolato, volto non soltanto a stigmatizzare la situazione attuale ma anche a fornire al pubblico alcuni strumenti di lettura rispetto all'evoluzione del sistema mediatico italiano, e se possibile qualche mezzo per difendersi dallo strapotere e dagli abusi dell'informazione-spettacolo.

Il dossier, realizzato dal giornalista Riccardo Venturi, si apre con un’intervista intitolata "L'inarrestabile deriva del gusto". A flagellare i costumi della televisione pubblica e privata è Gianluca Nicoletti, uno dei più lucidi critici della televisione italiana, noto al pubblico per i suoi interventi quotidiani su RadioDue come conduttore di "Golem". Seguono interviste a Roberto Morrione, direttore di RaiNews24, Emmanuele Milano, direttore di Sat 2000, il ministro per le Comunicazioni Maurizio Gasparri, Aldo Maria Valli, vaticanista del Tg3, Renzo Salvi, già autore della trasmissione per ragazzi L’Albero Azzurro, e Roberta Gisotti, studiosa e critica dell'Auditel.


:: sandra 6/25/2003 02:49:00 PM :: permalink
...

Pretesti 2002-2008. Tutti i testi di questo blog sono rilasciati sotto Creative Commons License
Registrazione Tribunale Civile di Roma n. 398 del 12/07/2002
This page is powered by Blogger. Isn't yours?